Harry De Zitter “The Himba Collection”

“The Himba Collection”.
Harry De Zitter alla Libreria Palazzo Roberti.
Dal 14 dicembre al 6 gennaio una mostra fotografica racconta
l’antica popolazione della Namibia.

Un importante nome della fotografia mondiale approda alla Libreria Palazzo Roberti di Bassano del Grappa. “Harry De Zitter. The Himba Collection” il titolo della mostra ospitata nel salone degli affreschi della libreria, in programma dal 14 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019 (inaugurazione giovedì 13 dicembre, ore 18), che racconta attraverso 14 immagini in bianco e nero gli Himba, popolazione indigena che vive nel nord della Namibia, considerata l’ultima semi-nomade del Paese.

Il progetto, realizzato nel 1997, esplora i volti, gli usi e la vita di questa tribù che vive principalmente di pastorizia attraverso l’obiettivo del fotografo belga cresciuto a Port Elizabeth, in Sudafrica, che ha firmato celebri campagne pubblicitarie e che in questo lavoro fa emergere la sua capacità di sondare la profondità dell’essere umano. Alcune foto di questa serie sono state donate al presidente Sam Nujoma e sono parte della collezione permanente della Namibian National Gallery di Windhoek (NAGN).

“Sono sempre stato affascinato dal popolo Himba e dal paese della Namibia, è per questo che è nato il progetto Namibiana” spiega l’autore “La mia relazione con la famiglia Manfrotto è iniziata negli anni ’70, quando scrissi alla Lino Manfrotto+Co. per dei pezzi di ricambio della mia attrezzatura fotografica. Avevo trovato l’indirizzo su un adesivo del braccio modulare che avevo appena acquistato e non sapevo che si trattasse del nome di una persona. Le parti arrivarono poche settimane dopo con una nota che diceva ‘with compliments’. Ho chiamato per ringraziare e solo in quel momento ho scoperto chi era Lino Manfrotto. Iniziò una bellissima amicizia. Avevamo un rapporto speciale che nel tempo mi ha portato ad amare tutta la sua famiglia e la città in cui viveva”.

“Una mostra del cuore” commenta Abramo Manfrotto, figlio di Lino, fondatore dell’azienda leader nel settore dei cavalletti fotografici, “per due motivi: immagini toccanti e di rara bellezza che ci sono state donate da Harry De Zitter e che, assieme alle mie sorelle Lavinia, Lorenza e Veronica, costudiamo con cura e siamo oggi felici di condividere con il pubblico; e poi per il nostro legame personale con l’autore, che ha realizzato questo progetto con il supporto di nostro padre, che continua a vivere nei suoi racconti e in questi scatti”.

Manfrotto Spa, nel 1989 acquistata dal gruppo britannico Vitec, e ALU Spa, l’altra azienda di famiglia oggi condotta da Abramo Manfrotto che opera nel settore degli arredi per negozi, sono state parte di questa collezione sin dall’origine, con la fornitura, al tempo, delle attrezzature per lo shooting fotografico in Namibia. Alcuni scatti di quei momenti sono riportati in mostra e documentano la trattativa con la popolazione che, non avendo moneta, ricevette in cambio tabacco, farina, zucchero etc.. ALU ha poi continuato a collaborare con il fotografo, realizzando i supporti per la retrospettiva “Photographer San Frontiéres” di Harry De Zitter al Baker Museum di Naples (Florida), nel 2016.

Nato in Belgio e cresciuto in Sudafrica, Harry De Zitter ha iniziato a fotografare presso la scuola d’arte di Port Elizabeth, in Sudafrica, nel 1968. Dopo aver fondato il suo primo studio a Città del Capo nel 1971, ha sempre viaggiato, aprendo studi anche a Johannesburg, Cape Cod, Londra e New York, e firmando campagne pubblicitarie di still life, auto, moda per importanti brand internazionali (Marlboro, Nike, Apple, Benetton, Canon…) ed illustri imprenditori (McCartney, Rockefeller, Jordan, Gates…). Le classiche immagini di profondità ed eleganza sono la firma di Harry De Zitter che, durante l’età d’oro delle campagne pubblicitarie negli Stati Uniti, è stato nominato Photographer of the Year da Adweek American Advertising. È stato inoltre uno dei ambassador di Manfrotto School of Excellence. Attualmente risiede e lavora a Naples, in Florida, nel Golfo del Messico.

“Harry De Zitter vede le cose in un modo che ti attira come una specie di gigantesco campo di forza magnetica, che ti fa perdere piacevolmente e irrimediabilmente nel mare della foto (David Jenkins, Nike Art Director e Creative Director)”, uno dei numerosi commenti di colleghi ed esperti.

La mostra “Harry De Zitter. The Himba Collection” è promossa da Libreria Palazzo Roberti con il patrocinio della Città di Bassano del Grappa, il supporto di ALU per la parte espositiva, di Manfrotto Image More e Gitzo e in collaborazione con Capovilla Distillati. Media partner: Mind Magazine, Il Giornale di Vicenza, Corriere del Veneto.

La mostra è visitabile dal 14 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019 negli orari di apertura della libreria. Inaugurazione giovedì 13 dicembre, ore 18, alla presenza dell’artista. Ingresso libero.

Immagini in HD: mostra, backstage, ritratto Harry De Zitter

Maggiori informazioni:
www.palazzoroberti.it

Libreria Palazzo Roberti
Via Jacopo Da Ponte, 34
Bassano del Grappa VI
T +39 0424 522537 – [email protected]

Ufficio stampa:
Mabi Comunicazione

Precedente Emma Dalla Benetta intervista e foto esclusive! I segreti, la dieta e la scuola Successivo Robben Ford da domani in tour in Italia

Lascia un commento

*