Emma Dalla Benetta intervista e foto esclusive! I segreti, la dieta e la scuola

Carattere, stile ed eleganza= Emma!

Abbiamo incontrato Emma Dalla Benetta per uno shooting in occasione di un servizio moda autunno/inverno e abbiamo scambiato quattro chiacchiere con lei e rubato alcuni scatti.

by Denis J Axl

Cara Emma ti vediamo sempre molto impegnata tra la scuola e il tuo lavoro di modella, a cosa stai lavorando?

Avete proprio ragione, faccio le acrobazie per riuscire a gestire con la massima professionalità e passione tutti i miei impegni. La mia priorità è sempre data al mio ruolo d’insegnante, cui dedico la maggior parte del mio tempo, anche fuori dalle aule. Come ogni professione, l’insegnamento richiede costante aggiornamento, molte pratiche burocratiche da sbrigare ed un costante lavoro mentale al fine di trovare soluzioni nuove e creative in risposta alle esigenze dei miei alunni. Nel tempo libero, specialmente durante i fine settimana, mi dedico, poi, al lavoro di modella e fotomodella, cogliendo le opportunità che, ormai da più di dieci anni, il mondo della moda mi offre. In questo periodo, in particolar modo, sono impegnata con le sfilate dedicate alle nuove collezioni per la sposa ed in relative fiere del settore.

Hai un fisico incredibile, fai sport? Palestra? Svelaci il tuo segreto.

Ti ringrazio, so di essere molto fortunata, anzi, colgo l’occasione per ringraziare mamma e papà per la felice eredità genetica! 🙂 Chiaramente, non basta la dotazione naturale, ma è necessario mantenere uno stile di vita sano. Io, fra un impegno e l’altro, cerco di tenermi sempre in movimento. Uso la macchina solo quando è strettamente necessario e mi impongo di dedicare almeno tre quarti d’ora al giorno ad un’attività fisica. Gli effetti positivi, dopo una sessione di allenamento, sono incredibili, specialmente a livello mentale: mi sento molto più lucida, positiva e piena d’entusiasmo.

Quale dieta segui?

Non seguo una dieta particolare, anzi, il concetto stesso di “dieta”, così come la si intende comunemente, mi spaventa, perché indispone mentalmente ad un rapporto spontaneo e naturale con l’alimentazione. Fortunatamente, fin da bambina, sono stata abituata ad apprezzare i prodotti freschi dell’orto e pietanze genuine preparate in casa con ingredienti semplici. Cerco, comunque, di non proibirmi nulla, mi piace assaggiare nuovi piatti, ed apprezzo la cucina etnica, ma la mia preferenza va sempre ai cibi italiani.

A proposito delle tue mattinate a scuola, come sono gli alunni di oggi?

Confrontando i miei ricordi d’alunna, con la mia attuale esperienza da insegnante, la prima differenza che balza agli occhi riguarda la composizione delle classi, in quanto, attualmente, la maggior parte dei miei studenti ha origini culturali non italiane. Tutte le mie classi sono caratterizzate da un’ampia varietà di costumi, lingue e religioni, e trovo che questa complessità, se ben gestita, possa essere per tutti una grande opportunità di arricchimento.Parlo molto con i miei alunni, mi piace raccogliere, in confidenza, i loro sogni per la vita “da grandi”, e posso assicurarvi che c’è molta ambizione in ciascuno di loro. Comunque, per quanto possano essere cambiati i tempi, i bambini rimangono pur sempre bambini, tutti accomunati dalla voglia di essere ascoltati, capiti, apprezzati, ma, soprattutto, amati.

Credits:

Model: Emma Dalla Benetta

Foto: Denis J Axl

Abbigliamento: Noir by Arianna Rubin

Location: Abano Terme (PD)

Hotel all’Alba

Precedente Michael Schenker Fest al Live di Trezzo (MI) Successivo Harry De Zitter "The Himba Collection"

Lascia un commento

*